Un ecotono all'Abbazia di Boulaur, luogo di vita e di scambio rivolto verso gli altri e verso Dio

Dopo aver costruito un allevamento e locali dedicati alla fabbricazione dei loro prodotti, le monache dell'Abbaye de Boulaur situata nel Gers, perseguono un nuovo progetto con la creazione di un luogo di vita e di condivisione: un ecotone. Desiderano così sviluppare una “zona di incontro tra l'ecosistema della vita monastica” e quello del mondo esterno. 

Sai cos'è un ecotone? È un termine che designa “una transizione tra due ecosistemi, come la fascia intertidale o il margine di una foresta”. Una “zona mista” che gioca un “ruolo cruciale nello spiegamento della vita”.

Una definizione che le suore dell'Abbaye de Boulaur si sono riappropriate. Dopotutto, mentre scrivono il loro sito web, “la vita consacrata non è una specie di ecotono umano e spirituale”?

A Boulaur, quindi, vogliono creare un ecotono, che sarebbe “una zona di scoperta e di vita che permetta a tutti di crescere”.

Si tratterà, in pratica, di “un'area di accoglienza con un punto vendita di prodotti monastici o locali, un cortile dove la famiglia potrà fare picnic e avviare le visite al sito, un grande salone dove incontri ed eventi culturali”. Una campagna è attualmente in corso per finanziare questo luogo unico.

ilAbbazia di Sainte-Marie de Boulaur fondato nel XII secolo, è un monastero di monache cistercensi situato nel dipartimento del Gers nella regione occitana. È una comunità dinamica composta da 31 suore dai 25 ai 94 anni che vivono del loro lavoro agricolo.

“San Benedetto nella sua Regola afferma che è quando viviamo del nostro lavoro che siamo veramente monache”, spiega questa comunità cistercense. Così le suore, sotto la guida della madre badessa, lavorano sui trattori, nel loro orto, nella stalla… per produrre e commercializzare formaggi, biscotti e marmellate.

Un'opera agricola che vedono “come una cooperazione all'opera creatrice di Dio, nel rispetto dei fragili ecosistemi della natura” e che li rende “solidari con i contadini” della regione.

A gennaio 2020 le suore avevano già attirato l'attenzione del grande pubblico sui social grazie a un video di presentazione del loro progetto di fattoria ecologica puntando a quadruplicare la loro produzione.

Dopo questo colossale progetto, finanziato per 3,9 milioni di euro, tornano quindi con un nuovo, altrettanto ambizioso progetto!

Scopri di seguito un video, uscito lo scorso ottobre, che presenta nel dettaglio il progetto ecotone delle sorelle di Boulaur:

Camille Westphal Perrier

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.