Ucraina: Papa Francesco denuncia l'uso del grano “come arma di guerra”

Papa Francesco mercoledì ha chiesto la fine del blocco delle esportazioni di grano dall'Ucraina, difendendo il "diritto universale al cibo" e rifiutando l'uso del grano come "arma di guerra".

“Il blocco delle esportazioni di grano dall'Ucraina, da cui dipende la vita di milioni di persone, soprattutto nei paesi più poveri, è molto preoccupante”, ha detto François, 85 anni, al termine della sua udienza generale settimanale in Piazza San Pietro a Roma .

Il sovrano pontefice ha chiesto che “si faccia di tutto per risolvere questa questione e garantire il diritto universale al cibo”. “Per favore, non usate il grano, alimento base, come arma di guerra! “, ha lanciato.

Il conflitto innescato dalla Russia e le sanzioni di ritorsione hanno minato l'equilibrio alimentare mondiale, facendo temere una grave crisi che colpirà in particolare i Paesi più poveri.

Di fronte al blocco imposto dall'esercito russo nel Mar Nero, che paralizza il porto strategico di Odessa, l'Ucraina, una delle principali potenze agricole, cerca disperatamente di esportare circa 20 milioni di tonnellate di cereali immagazzinati nei suoi silos.

Da parte sua, l'ONU teme “un uragano di carestie” nei paesi africani che hanno importato più della metà del loro grano dall'Ucraina o dalla Russia.

La Redazione (con AFP)

Credito immagine: Shutterstock / Riccardo De Luca – Aggiornamento

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.