Più di 30 abitanti dei villaggi uccisi in combattimenti intercomunali in Camerun

Più di 30 abitanti del villaggio, tra cui donne e bambini, sono stati uccisi nel Camerun occidentale in un attacco nel fine settimana da parte di un gruppo etnico rivale, ha detto lunedì all'AFP la Presbyterian Church, una ONG locale, e una fonte militare.

La strage - con uomini, donne e bambini bruciati e mutilati - è stata perpetrata sabato e domenica nel villaggio di Bakinjaw nel comune di Akwaya, vicino al confine con la Nigeria, ha assicurato telefonicamente all'Afp il reverendo Fonki Samuel Forba, portavoce della Chiesa presbiteriana del Camerun.

"Più di 30 persone sono state uccise", ha aggiunto.

Un dramma che ha avuto luogo nella regione del sud-ovest, una delle regioni anglofone del paese dove per cinque anni infuria un conflitto mortale tra gruppi separatisti armati e forze dell'ordine.

Secondo stime recenti, ha già causato la morte di oltre 4 civili e lo sfollamento di oltre 000 persone all'interno di queste due regioni.

Camille Westphal Perrier (con AFP)

Credito immagine: Shutterstock.com/Homo Cosmos

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.