Olivier Giroud: “Grazie Signore” per questo traguardo eccezionale

Tutti conoscono la famosa "mano di Dio", quella con cui Diego Maradonna, "el pibe de oro", aveva eliminato l'Inghilterra durante i quarti di finale della Coppa del Mondo messicana nel 1986. I tifosi dell'Olympique de Marseille conservano senza dubbio anche nella memoria la sinistra "mano del diavolo" (quella di Vata), che basta per eliminare l'OM dalla semifinale di champions league Benfica Lisbona-Marsiglia, poi chiamata "coppa europea dei club campioni" a pochi minuti dal fischio finale .

MMa il gol di Olivier Giroud, all'inizio della stagione 2017 durante la partita Arsenal-Crystal Palace, non deve nulla a nessun imbroglio. Concluso al termine di un'azione mozzafiato, questo "colpo di scorpione" (calcio di tallone ripreso a pieno ritmo che imita il movimento della coda di questo temuto animale) deliziò totalmente i fan dei "Gunners", che iniziarono a cantare in coro. di Olivier Giroud, per rendere verdi di gelosia i tifosi del Liverpool FC e il loro famoso "Non cammineremo mai da soli!" (un inno talvolta ripetuto anche nelle classi preparatorie HK delle lontane terre lorenesi…).

Ma la parte migliore è senza dubbio la dichiarazione post-partita di Olivier Giroud, in segno di “ringraziamento”, per commentare il suo eccezionale gol (dichiarazione pubblicata sulSquadra - la Bibbia dello Sport - 2 gennaio 2017):

“Siccome sono molto credente, ho pensato subito: Grazie Signore! ".

Conoscevamo già le “papinades” (di Jean-Pierre Papin) e le “cantonades” (di Eric Cantona), così come i famosi rastrelli zidaneschi, senza dubbio ora dovremo fare i conti con le “giroudines” per fungere da un modello giovani talenti di tutte le scuole calcio. Quanto è grande il nostro Dio per ispirare i suoi adoratori a tali gesti!

Carlo Eric di Saint Germain

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.