"Mission": Il Mission Congress ha ora la sua rivista e sta pubblicando un primo numero dedicato alla conversione

Mission è una nuova rivista che sarà disponibile alla fine di settembre. Fa parte delle dinamiche dell'evento Congress Mission, che da sette anni riunisce migliaia di persone intorno all'evangelizzazione. 

Nato nel 2015, il Mission Congress è un evento annuale pensato come un laboratorio per riflettere su azioni concrete da mettere in atto per far conoscere il Signore a più persone possibili. Dopo sette anni di esistenza, la Missione del Congresso ha deciso di lanciare la sua rivista, dal titolo sobrio "Mission" per "portare cibo solido tutto l'anno ai missionari che vanno incontro ai francesi".

Missione è un “mook” di 112 pagine, un ibrido tra la rivista e il tradizionale libro edito da Première Part che mira a promuovere la fede cristiana.

Nel sottotitolo della pubblicazione è scritto "Ricerca e sviluppo". Un'iscrizione non banale perché la rivista trimestrale vuole essere anche un vettore di trasmissione di dati su cui i missionari potranno fare affidamento «per conoscere meglio il campo, per conoscere meglio i francesi di cui hanno sete di parlare [ loro].speranza”, come ha sottolineato Samuel Pruvot, caporedattore.

"La tradizione è che non c'è ambizione missionaria che non sia supportata dalla verità delle indagini sociologiche" afferma. È in questo contesto che la rivista Mission ha ordinato un sondaggio all'Ifop (Istituto Francese dell'Opinione Pubblica) sulla fede dei francesi e sul rapporto che i missionari cattolici hanno con la loro fede.

Perché questo primo numero è interessato al tema della "conversione". “Ci è sembrato necessario partire dall'inizio” scrivono gli artefici della Missione, che poi ricordano che “Dio infatti ci invita alla conversione individuale e collettiva”, cammino che “ci sprona a proporre agli altri”.

Un cammino che Mission intende far scoprire ai suoi lettori attraverso, tra l'altro, un'importante intervista a Mons. Aveline, Arcivescovo di Marsiglia, un ritratto di famiglia con una coppia del Cammino neo-catéchuménal in Alsazia o un importante rapporto sul risveglio del parrocchia di Cosne-sur-Loire.

A questo numero hanno partecipato anche artisti come Thibault de Montaigu, autore di adornare che ha vinto il premio Flore l'anno scorso o il fotografo Yann-Arthus Bertrand.

L'atto di fede di questo nuovo giornale? "Questo per dire che il cattolicesimo, che il cristianesimo non è finito in Francia" dichiara Samuel Pruvot. 

Adesso puoi iscriviti alla rivista Mission cliccando qui. Il primo numero sarà consegnato ai suoi abbonati alla fine di settembre.

Camille Westphal Perrier

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.