Russia: prime multe per i cristiani che condividono la fede “fuori le mura”

Dallo scorso luglio, una nuova legge vieta agli abitanti della Russia di condividere la propria fede al di fuori degli edifici religiosi.

I
Devono chiedere al governo il permesso di organizzare evangelizzazioni di strada o riunioni domestiche. È addirittura vietato evangelizzare sul web. L'Alleanza Evangelica Europea aveva allarmato l'opinione pubblica quest'estate e lanciato un invito alla preghiera.

Le prime sanzioni non tardarono ad arrivare. Non appena la legge entrerà in vigore. Cinque cristiani sono già stati condannati per "svolgere attività missionaria in violazione della legge sulla religione".

  • Ebenezer Tuah, un cittadino protestante ghanese residente in Russia, è stato multato di 50.000 rubli per aver predicato e battezzato in un sanatorio.
  • Donald Ossewaarde, un cittadino americano battista residente in Russia, è stato multato di 40.000 rubli per aver tenuto una riunione in casa sua.
  • Aleksei Telius, Battista, è stato multato di 5.000 rubli.
  • Il pentecostale Aleksandr Yakimov è in attesa di processo.
  • Vladimir Knob, avventista, è in attesa di processo.

I cristiani non sono gli unici bersagli. Vadim Sibiryev, un seguace di Hare Krishna, è stato assolto.

Per le organizzazioni religiose, la multa potrebbe variare da 100.000 a 1 milione di rubli. Per quanto riguarda gli stranieri e gli apolidi, sarà da 30.000 a 50.000 rubli con possibilità di espulsione dalla Federazione Russa.

Una multa di 50 rubli corrisponde a 000 settimane di reddito medio in Russia.

Sull'account Facebook di Ebenezer possiamo vedere che non si è scoraggiato nella sua opera di evangelizzazione. Ecco il suo ultimo post pubblico del 3 settembre:

“Il ricorso è valido fino a quando non è troppo tardi!!! "

Segue questo verso:

“Venite a me voi tutti che siete stanchi e oppressi e io vi darò riposo. "

scrittura

Fonte : Forum 18

Photo: Facebook di Ebenezer 

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.