La polizia arresta i cristiani assiri che cercano di proteggere la loro terra nel Kurdistan iracheno

Da diversi anni i difensori dei diritti umani avvertono di "tentativi di occupazione di terre nei villaggi cristiani", "anche di coloro che sono stati processati in tribunale a favore del cristianesimo".

Nel Kurdistan iracheno, cristiani assiri del villaggio di Dadersh sono stati vittime di un tentativo di accaparramento di terre da parte di un gruppo di sostenitori del Partito Democratico del Kurdistan (KDP).

Il sindaco cristiano del villaggio, Zya Minas, insieme al signor Zaya, che stava filmando l'incidente, sono stati aggrediti e successivamente arrestati dalla polizia, secondo quanto riferito Solidarietà cristiana nel mondo (CSW).

L'attacco è stato trasmesso sui social media, anche sul profilo dell'attivista per i diritti umani Muna Yaku. Da diversi anni i difensori mettono in guardia sui "tentativi di occupazione di terre nei villaggi cristiani", "anche quelli che sono stati processati in tribunale a favore del cristianesimo".

Il presidente fondatore di CSW Mervyn Thomas ha dichiarato:

“CSW chiede al governo regionale del Kurdistan di rilasciare immediatamente e incondizionatamente questi uomini e garantire che i responsabili dei tentativi di confisca delle terre e degli assalti ai residenti siano ritenuti responsabili. »

MC

Credito immagine: Shutterstock.com / Sebastian Castelier

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.