Ispirato da sua madre morta in prigione a causa della sua fede, fonda due chiese in Corea del Nord

Sua madre è rimasta fedele a Gesù fino alla sua morte in prigione, Chung-Ho ora segue le sue orme nella fede in Corea del Nord.

Quello che si chiamerà Chung-Ho per motivi di sicurezza è un pastore della Corea del Nord. Dio riferisce condividere la sua testimonianza.

Fu la madre cristiana, imprigionata a causa della sua fede, a incoraggiarlo a impegnarsi nel ministero.

“Due anni fa ho saputo che mia madre era morta in prigione. Ha mantenuto la sua fede senza rinnegare Dio fino al momento della sua morte. Ha anche affermato che sarebbe andata in paradiso quando fosse morta. Le persone che hanno assistito alla sua morte in prigione hanno detto che non temeva la morte. »

Dopo un periodo di formazione in Cina, è tornato in Corea del Nord dove ha fondato due chiese sotterranee.

secondo Commissione americana per la libertà religiosa (USCIRF), nel 2021, “le condizioni per la libertà religiosa in Corea del Nord sono rimaste tra le peggiori al mondo”. Nell'ideologia dominante del Paese, nota come Juche, vede la religione come "una minaccia esistenziale". La libertà religiosa è quindi inesistente e le autorità prendono di mira e perseguitano attivamente e sistematicamente i gruppi religiosi. Tra gli abusi subiti da cristiani e altre minoranze religiose, l'Uscirf denuncia “privazioni arbitrarie della libertà, torture, violenze sessuali, lavori forzati ed esecuzioni”.

“La maggior parte dei cristiani nordcoreani non può riunirsi per il culto collettivo a causa della sorveglianza pervasiva e della dura repressione. Il possesso di materiale religioso come le Bibbie è considerato estremamente rischioso e potenzialmente mortale, se scoperto. I cristiani sorpresi a praticare la loro fede subiscono gravi abusi come la reclusione a lungo termine in varie carceri o strutture simili a carceri, torture, lavori forzati, violenze sessuali ed esecuzioni sommarie. »

MC

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.