Raid in Nigeria: rapite decine di cristiani

“Non c'è ancora tregua per le comunità cristiane nel sud di Kaduna poiché terroristi, jihadisti, banditi e pastori armati hanno continuato a saccheggiare e distruggere le comunità cristiane nella parte meridionale dello stato di Kaduna. »

Sabato 17 settembre, dozzine di cristiani sono stati rapiti nel nord-est della Nigeria mentre si radunavano per il culto notturno. Meno di una settimana prima, quasi altre 60 persone avevano subito la stessa sorte.

Erano le XNUMX del mattino quando la chiesa di Suleja è stata presa d'assalto da pastori Fulani e altri terroristi, secondo quanto riferito da Notizie sulla stella del mattino. Hanno rapito il pastore e altri cristiani, riuniti per una veglia di preghiera.

Elisha Musa, residente a Suleja, afferma che le forze di sicurezza sono intervenute solo poche ore dopo la partenza degli aggressori.

“I pastori Fulani hanno rapito il pastore della chiesa e alcuni suoi membri. I soldati di Zuma Rock Barracks, Suleja, che si sono precipitati in chiesa per salvare i fedeli e respingere gli aggressori sono arrivati ​​ore dopo che gli aggressori se ne erano andati con le vittime rapite. »

Nello stato di Kaduna il 13 e 14 settembre, sospetti pastori Fulani e altri terroristi hanno attaccato le case della zona e una veglia di preghiera, rapendo almeno 57 cristiani. Secondo le fonti, 14 di loro sono fuggiti.

In un comunicato stampa, Awemi Maisamari, presidente nazionale dell'Unione dei popoli di Kaduna meridionale, afferma che "non c'è ancora tregua per le comunità cristiane a Kaduna meridionale, poiché terroristi, jihadisti, banditi e pastori armati hanno continuato a saccheggiare e distruggere le comunità cristiane nel parte meridionale dello stato di Kaduna”.

MC

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.