Egitto Incendio chiesa copta: 41 morti, 14 feriti

Situata in un quartiere popolare del Cairo, la chiesa ha preso fuoco durante la messa a seguito di un cortocircuito.

Domenica è scoppiato un incendio nella chiesa di Abu Sifine, situata in un quartiere popolare della capitale egiziana. L'incendio è scoppiato in mattinata per un cortocircuito mentre vi veniva celebrata la messa. Ci sono 41 morti e 14 feriti. Almeno tra le vittime Bambini 10 così come il vescovo della chiesa, Abdul Masih Bakhit.

Secondo il ministero dell'Interno, “il condizionatore di un'aula al secondo piano dell'edificio in cui si trova la chiesa si è rotto e ha rilasciato una grande quantità di fumo, che è stata la principale causa di feriti e morti”.

Testimoni hanno riferito all'Agence France Presse dei tentativi di salvataggio effettuati dai vicini in attesa dell'arrivo dei soccorsi. Reda Ahmed, che vive vicino alla chiesa danneggiata, racconta che "i vicini si sono organizzati per andare a prendere i bambini" quando è scoppiato l'incendio. Ma, ha detto all'Afp, "chi tornava non poteva più tornare indietro perché il fuoco era troppo grande". “Le ambulanze sono arrivate dopo più di un'ora (…) dai pompieri anche mentre la caserma è a meno di cinque minuti”, denuncia Mina Masry, un'altra residente.

Un ritardo rimproverato da alcuni, come una donna che si nascondeva davanti alla chiesa, “sono venuti dopo la morte delle persone... sono venuti dopo l'incendio della chiesa”.

Sayed Toufik, che ha assistito alla tragedia, descrive scene difficili: "alcuni si sono lanciati dai finestrini per sfuggire all'incendio, se si guarda questa macchina si possono vedere le tracce dell'impatto lasciate da una persona che ora è ricoverata in ospedale, rotta braccio e schiena”.

Un altro testimone, Emad Hanna, afferma che il luogo fungeva anche da asilo nido per bambini. “Siamo saliti e abbiamo trovato dei morti. E abbiamo iniziato a vedere dall'esterno che il fumo si stava alzando e la gente voleva saltare dal piano superiore. Abbiamo trovato i bambini", spiega nei commenti ripresi da CBN News.

Il presidente Abdel Fattah al-Sissi ha affermato di "aver mobilitato tutti i servizi statali" e di "aver già dato istruzioni agli ingegneri militari per la ricostruzione della chiesa bruciata".

I funerali si sono svolti domenica sera in due chiese del Cairo.

Dotato di infrastrutture fatiscenti e mal mantenute, l'Egitto subisce regolarmente incendi mortali nelle sue varie province. Già lunedì una chiesa aveva preso fuoco a Heliopolis, un quartiere benestante a est del Cairo, senza causare né morti né feriti.

MC (con AFP)

Credito immagine: Shutterstock.com / Petrychenko Anton

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.