In Israele, gli archeologi scoprono nella “chiesa degli apostoli” un mosaico che menziona Pietro

Secondo il direttore degli scavi, "questa scoperta è il nostro più forte indicatore del fatto che Pietro avesse un'associazione speciale con la basilica".

In Israele, a El Araj, nella biblica Betsaida, gli archeologi hanno appena portato alla luce un nuovo mosaico con iscrizione greca nello scavo della cosiddetta "Chiesa degli Apostoli", basilica di epoca bizantina che si dice sia stata costruita sopra la casa degli apostoli Pietro e Andrea.

Tradotta dalla professoressa Leah Di Segni, dell'Università Ebraica, e dal professor Yaakov Ashkenazi, del Kinneret College, questa iscrizione si riferisce a un donatore, "Costantino, servo di Cristo", e prosegue con una richiesta di intercessione di Pietro, "capo e comandante degli apostoli celesti».

L'iscrizione fa parte di un più ampio pavimento musivo del diaconione, la sacrestia della chiesa, parzialmente decorato con motivi floreali.

“Questa scoperta è il nostro più forte indicatore del fatto che Pietro aveva un'associazione speciale con la basilica e che probabilmente era a lui dedicata. Poiché la tradizione cristiana bizantina identificava costantemente la casa di Pietro con Betsaida, e non Cafarnao come spesso si pensa oggi, sembra probabile che la basilica commemori la sua casa”, ha affermato Steven Notley, direttore accademico degli scavi.

Nel 724 un vescovo bavarese di nome Willibald visita i luoghi santi lungo il Mar di Galilea durante il suo pellegrinaggio in Terra Santa. Riferì: “E di là andarono a Betsaida, residenza di Pietro e Andrea, dove ora c'è una chiesa sul sito della loro casa. Facendo riferimento a questa citazione, dal 2016 sono in corso scavi lì.

“Uno degli scopi di questo scavo era verificare se nel sito abbiamo uno strato del I secolo, che ci permetterà di trovare un candidato migliore per l'identificazione della biblica Betsaida. Non solo abbiamo trovato resti significativi di questo periodo, ma abbiamo anche trovato questa importante chiesa e il monastero che la circonda", spiega l'archeologo Mordechai Aviam, direttore archeologico degli scavi.

La prossima stagione di scavi nel sito si svolgerà il prossimo ottobre, con la speranza di trovarvi nuove iscrizioni.

MC

Credito immagine: Creative Commons / Tour biblici in Israele

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.