In India i cattolici chiedono la fine della violenza e dell'odio contro i cristiani

In una lettera indirizzata al Primo Ministro federale, l'All India Catholic Union (AICU) invita le autorità ad agire contro gli atti di violenza che colpiscono le minoranze religiose, in particolare cristiani e musulmani, in India. 

Mentre in India "crescono gli attacchi ai cristiani e sempre più Stati impongono leggi anti-conversione", come rivela l'organizzazione britannica Rilascio internazionale, il principale gruppo di laici cattolici del Paese invita le autorità ad agire.

ilAgenzia Fides riferisce che l'All India Catholic Union (AICU) ha infatti scritto ai governi federale e statale esortandoli ad agire con urgenza contro la campagna di odio e persecuzione che prende di mira le minoranze religiose, in particolare i musulmani ei cristiani nel Paese.

L'organizzazione centenaria si dice "profondamente turbata dall'odio contro le minoranze religiose che, in questi mesi, è eruttato come tanti vulcani nel mare dell'armonia religiosa in India".

Secondo il presidente nazionale dell'Aicu, se l'odio "non è controllato ora", "potrebbe causare danni incalcolabili alla pace nazionale".

« Elle est allée bien au-delà de la polarisation par le biais des soi-disant 'lois sur la liberté de religion' qui criminalisent les mariages interconfessionnels sous prétexte de freiner les conversions, effectuées par la force ou la tromperie », souligne-t -egli.

"Nel corso dei secoli, antiche civiltà come l'India hanno superato periodi di violenza per diventare leader di pace e sviluppo", continua il presidente che ritiene che dobbiamo "imparare la lezione degli errori commessi da altre nazioni, che hanno rovinato la loro economia e la loro tessuto sociale e li ha portati sull'orlo dell'abisso".

“I leader politici e religiosi devono agire insieme per rafforzare la pace e l'amicizia. Non possono distogliere lo sguardo dalle loro responsabilità. L'Unione Cattolica è impegnata a lavorare per la pace, l'armonia tra i gruppi religiosi e sociali e l'integrità e il progresso del nostro Paese”, conclude.

Questa non è la prima volta che l'AICU, insieme ad altri gruppi cristiani, si è pronunciata contro le leggi anti-conversione in India che cercano di frenare le conversioni religiose con la forza e limitare i diritti delle minoranze religiose.

L'organizzazione cattolica ha indicato che presenterà ricorsi legali contro queste leggi che vanno "contro la lettera e lo spirito della Costituzione e innescano violenze mirate".

L'India è classificata al 10° posto nella classificaIndice mondiale della persecuzione dei cristiani 2022 di Porte Aperte. L'Ong segnala che dal 2014 “la persecuzione contro i cristiani è notevolmente aumentata” e che subiscono “gravi violenze”.

Camille Westphal Perrier

Credito immagine: Shutterstock.com/Zvonimir Athletic

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.