Afghanistan: almeno 1.000 persone uccise in un potente terremoto

Più di 1.000 persone sono rimaste uccise in un potente terremoto che ha colpito una remota area di confine nel sud-est dell'Afghanistan durante la notte da martedì a mercoledì. 

Almeno 1.000 persone hanno perso la vita durante la notte da martedì a mercoledì in un terremoto di magnitudo 5,9 che ha colpito l'Afghanistan sud-orientale, hanno affermato le autorità, temendo che il bilancio potesse continuare a salire.

“Il bilancio delle vittime ha raggiunto i 1.000 morti e questa cifra è in aumento. La gente sta scavando una fossa dopo l'altra", ha detto alla stampa il capo del dipartimento di informazione e cultura della provincia di Paktika, Mohammad Amin Huzaifa.

Sono stati colpiti quattro distretti nella provincia di Paktika – Gayan, Barmala, Naka e Ziruk – nonché il distretto di Spera nella provincia di Khost.

mercoledì l'ONU ei suoi partner umanitari hanno iniziato a schierare le loro squadre per fornire aiuti di emergenza alla popolazione. L'organizzazione afferma che i sopravvissuti hanno bisogno immediato di cure traumatiche di emergenza, rifugi di emergenza, aiuti alimentari e non alimentari, nonché assistenza con servizi idrici, igienici e sanitari.

Notizie dal Vaticano riferisce che durante l'udienza generale di questo mercoledì 22 giugno papa Francesco ha rivolto un messaggio alle vittime. Li assicurò delle sue preghiere.

“Esprimo la mia solidarietà ai feriti e alle persone colpite dal terremoto, e prego in particolare per coloro che hanno perso la vita e le loro famiglie. Spero che con l'aiuto di tutti si possa alleviare la sofferenza del caro popolo afghano”, ha affermato Francesco.

Camille Westphal Perrier (con AFP)

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.