I 7 comandamenti del matrimonio cristiano

Oggi in Europa ci sposiamo di meno e divorziamo di più. Dal 1965, il tasso grezzo di matrimoni è diminuito di quasi il 50%, mentre il tasso grezzo di divorzi è più che raddoppiato. Un'osservazione triste e rivelatrice di una società che si allontana sempre più dal modello biblico della famiglia.

Purtroppo, sembra che le coppie cristiane non siano immuni da dolorose statistiche. Un matrimonio su due fallisce, tra cristiani e non cristiani. Pastore Ron edmondson è sposato e padre. Se non si presenta come modello del marito perfetto, si offre di pensare a quelli che chiama, i 7 comandamenti del matrimonio cristiano.

Non sono in alcun modo comandamenti biblici come i 10 comandamenti ricevuti da Mosè, ma semplicemente un modo divertente per presentare alcune grandi verità sulla coppia che vi lasciamo scoprire qui e che, speriamo, vi ispireranno e vi motiveranno.

  • Vi servirete a vicenda

Il matrimonio non è un contratto 50/50. È un'alleanza 100/100, ognuno disposto a rinunciare a tutto per l'altro. Paolo nella lettera agli Efesini parla di sottomissione reciproca, ed è di questo che parla la coppia. Tutti danno con gioia, con amore e senza aspettarsi nulla in cambio.

Ringraziate continuamente per ogni cosa Dio Padre, nel nome di nostro Signore Gesù Cristo, sottomettendovi gli uni agli altri nel timore di Cristo.
Efesini 5:21

Come servirai il tuo coniuge oggi? Sei più quello che dà o quello che riceve?

Un amico una volta mi ha detto che in una coppia funzionante “c'è sempre un godimento e un servo”… Se questo è il caso nella vostra relazione, è al contrario che qualcosa non va. Non cadere in questa trappola che può essere distruttiva a medio e lungo termine.

  • Ti piacerà incondizionatamente

Se Dio ci chiede di amare i nostri nemici, immagina quanto questo sia vero per il nostro partner numero 1 nella vita. La persona che abbiamo amato appassionatamente, con la quale abbiamo costruito una casa e una storia comune?

Ti aspetti un cambiamento nella vita o nelle azioni del tuo partner? Vedi i suoi difetti più delle sue qualità? Hai difficoltà a rinunciare all'ideale che avevi in ​​testa?

La persona perfetta non esiste. Non sei, inoltre, te stesso. Ama colui che condivide la tua vita, con i suoi difetti che nessuno meglio di te conosce, senza condizioni, senza un asterisco in fondo alla pagina, e senza aspettative specifiche.

  • vi rispetterete a vicenda

Tutti hanno bisogno di rispetto, riconoscimento e persino ammirazione dal proprio coniuge.

Prendi mai in giro quello che dice il tuo partner? Disprezzare in cuor tuo il suo lavoro o le sue fatiche quotidiane? Trovi difficile evidenziare le sue qualità e valutare i suoi successi?

Se è così, allora sei su un pendio molto scivoloso. Considera di fare un piccolo elenco di tutto ciò che ti piace l'uno dell'altro, tutto ciò che ti ha fatto innamorare un giorno, che hai deciso di stare insieme per la vita, e continua a concentrarti su queste cose.

  • Non metterai nessun'altra relazione al di sopra di questa

L'uomo non separi dunque ciò che Dio ha unito.
Matteo 19: 6

Questa dichiarazione di Gesù non è solo una battuta finale sul matrimonio. Si tratta del profondo desiderio di Dio per la coppia. Niente dovrebbe interferire nella relazione tra un uomo e una donna. Né i genitori, né il lavoro, né gli amici, né i social, né lo sport… Nemmeno i bambini. Il rapporto di coppia è unico e prezioso, e come tale va coltivato.

A volte dai priorità al tuo lavoro, al tuo migliore amico, ai tuoi figli, al tuo benessere rispetto alla tua relazione? Attenzione a questo, perché la distanza non è sempre immediatamente visibile, ma le conseguenze possono essere drammatiche.

  • Ti impegnerai oltre i sentimenti

"Non provo più le stesse cose" ... "Non ho più sentimenti" ...

I matrimoni forti durano nel tempo perché gli sposi hanno imparato a superare le proprie emozioni e sentimenti fugaci.

È risaputo, dopo la passione dei primi tempi e la fase in cui il sentimento d'amore diventa più maturo, arriva il momento della deidealizzazione dell'altro, della disillusione...

È solo dopo aver superato questa fase in cui è necessario mettere a tacere la reazione emotiva a favore dell'impegno, che la tua relazione inizierà a mettere radici.

Impegnandovi l'uno con l'altro, lavorando per il benessere della vostra coppia, creando momenti di intimità, la vostra unione si rafforzerà e si ancorerà in modo sereno e sereno.

  • Considererai gli interessi dell'altro prima dei tuoi

Questo punto è complementare a molti altri visti in precedenza. Riguarda forse le coppie più mature, quelle che hanno raggiunto una certa stabilità. Quando l'uno o l'altro dei coniugi inizia a fare scelte sempre più personali, professionali o di piacere, lasciando all'altro solo il sentimento di esclusione. È quindi importante cercare l'equilibrio, e non dimenticare mai quali sono gli interessi dell'altro, quali sono le conseguenze di una decisione personale sulla sua vita, e come si possono compiere scelte e decisioni cercando il bene dell'altro.

  • Sarai una sola carne

Ecco la prima parte del versetto di Matteo 19:6 che abbiamo citato sopra.

Non sono più due, ma sono una sola carne. L'uomo non separi dunque ciò che Dio ha unito.

Se fisicamente l'immagine sembra ovvia, è possibile che in senso più ampio questa richiesta sia una delle più impegnative che ci siano. Diventare uno ...

Ovviamente non dobbiamo perdere di vista il fatto che si tratta di un processo. Potremmo così paragonarla alla santificazione. Non raggiungiamo mai la santità su questa Terra, ma possiamo applicarci a cercarla. Non formiamo mai completamente “una sola carne” con il nostro coniuge, ma possiamo impegnarci a cercarla.

Questa è quindi una delle chiavi importanti per un matrimonio di successo. Accettare di entrare in un processo lungo e impegnativo che implica impegno, rinuncia, umiltà, condivisione, dono di sé...

Infine, una buona domanda da porsi per iniziare a valutare a che punto è la vostra relazione oggi, sarebbe forse: "Io e il mio partner tendiamo piuttosto ad avvicinarci o ad allontanarci nel tempo"? La risposta sarà un buon indicatore e potrebbe essere un'opportunità per rimettere in ordine le tue priorità.

HL

Leggi anche sullo stesso argomento:

Le 5 fasi dell'amore - Perché tante coppie non vanno oltre la terza?

Articolo originariamente pubblicato ad aprile 2019

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.