Guerra in Ucraina: secondo le Nazioni Unite, più di cinque milioni di persone sono fuggite dal loro paese

Più di cinque milioni di ucraini sono fuggiti dal loro paese dall'invasione russa, secondo i dati diffusi mercoledì dalle Nazioni Unite sulla più grande crisi di rifugiati in Europa dalla seconda guerra mondiale.

Secondo l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), 5.034.439 ucraini hanno lasciato il loro Paese dall'inizio dell'invasione russa il 24 febbraio, 53.850 in più rispetto alla cifra pubblicata martedì.

"Dopo otto settimane di conflitto, siamo a cinque milioni e stiamo contando, cinque milioni di storie singolari di perdite e traumi", ha affermato Kelly Clements, Vice Alto Commissario dell'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

L'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), anch'essa collegata all'ONU, ha indicato che oltre 218.000 non ucraini, principalmente studenti e lavoratori migranti, hanno lasciato l'Ucraina per i paesi vicini, il che significa che oltre 5,25 milioni di persone in totale hanno è fuggito dall'Ucraina dall'inizio della guerra il 24 febbraio.

90% donne e bambini

Donne e bambini costituiscono il 90% di questi rifugiati, con uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni che rischiano di essere mobilitati e non hanno il diritto di andarsene.

Quasi due terzi dei bambini ucraini hanno dovuto abbandonare le proprie case, compresi quelli ancora nel paese.

"La portata e la velocità dello sfollamento sono immense, ma non dobbiamo perdere di vista il significato di questi numeri", ha detto Clements al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dall'Ungheria martedì.

“Donne, bambini e anziani hanno lasciato le loro case, le loro vite, i loro figli, i loro padri e i loro mariti”, ha insistito. “Ognuno di questi milioni di sfollati è costretto a prendere decisioni impossibili e strazianti e ha lasciato tutto, praticamente tutto ciò che gli è caro”.

Secondo i dati dell'UNHCR, quasi 645.000 ucraini sono fuggiti dal loro paese a febbraio, quasi 3,4 milioni a marzo e quasi un milione dall'inizio di aprile.

Oltre ai rifugiati, l'OIM stima che ci siano 7,1 milioni di sfollati interni in Ucraina.

Più di 2,8 milioni di rifugiati ucraini sono fuggiti in Polonia. Più di 725.000 hanno raggiunto la Romania.

Prima dell'invasione, l'Ucraina contava 37 milioni di abitanti nei territori controllati da kyiv - che quindi non comprende la Crimea (sud) annessa nel 2014 dalla Russia, né le aree dell'est sotto il controllo dei separatisti prorussiani dallo stesso anno .

Impatto psicologico

La Sig.ra Clements ha reso omaggio alla mobilitazione nei paesi che ospitano i rifugiati e al “coraggio” e “tenacia” di questi ultimi.

Il direttore dell'Oim Antonio Vitorino ha avvertito martedì alla riunione del Consiglio di sicurezza che gli sfollati sarebbero aumentati.

"Rimaniamo profondamente preoccupati per il continuo deterioramento della situazione umanitaria in Ucraina e prevediamo un aumento degli sfollati, sia interni che esterni", ha affermato.

Secondo Vitorino, durante gli spostamenti di massa, è probabile che fino al 30% della popolazione colpita subisca una qualche forma di impatto psicologico e problemi di salute mentale.

Inoltre, “la tratta di esseri umani, purtroppo, è un fenomeno noto nella regione e, come già visto nelle precedenti crisi, sfollamenti su larga scala, separazione delle famiglie e disgregazione della protezione civile e delle reti comunitarie rendono le persone vulnerabili alla violenza, allo sfruttamento e agli abusi” .

La redazione (con AFP)

Credito immagine: Shutterstock.com/Yanosh Nemesh

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.