Grace, 16 anni, rapita e convertita con la forza all'Islam in Nigeria

In Nigeria, Anna Nimmyel, una madre cristiana, cerca di recuperare sua figlia, Grace, rapita e convertita con la forza all'Islam.

Anna Nimmyel è una cristiana che vive nello stato di Kaduna, in Nigeria. Sua figlia, Grace, 16 anni, è stata rapita da un uomo musulmano. Dopo 17 giorni di assenza della figlia, è finalmente il rapitore che la contatterà e la informerà della conversione della figlia all'Islam.

Anna si arrende alla polizia, che arresta Mallam Abdulra'ub, il rapitore, e Grace. Mallam passerà una notte in prigione. Grace rimarrà lì per una settimana prima di essere rimandata dal suo rapitore. L'Ufficio interreligioso dello Stato di Kaduna spiega, secondo Preoccupazione cristiana internazionale International, che l'adolescente non può essere restituita alla madre perché è diventata musulmana.

Basandosi sulla costituzione nigeriana che vieta la separazione di un minore dalla sua famiglia, Anna fa appello alle autorità nigeriane:

“Al momento in cui scrivo questa petizione, la figlia è sotto la custodia di un religioso islamico che vive con lui, come ordinato da Kaduna Interfaith con il pretesto che non possono costringere la figlia a tornare da sua madre poiché 'Ha rifiutato. Ho pianto e implorato in ginocchio che la polizia e l'interreligiosa per favore mi restituissero mia figlia perché non ho problemi con la figlia che ha una religione diversa. Ho detto loro che mia figlia è la mia unica figlia ed è tutto ciò che ho al mondo, ma la mia richiesta è rimasta inascoltata. »

MC

Credito immagine: Creative Commons / Wikimedia

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.