Festival di Cannes: cos'è la giuria ecumenica?

Dal 1974 la Giuria Ecumenica è invitata dal Festival di Cannes ad assegnare un premio a un film in concorso ufficiale. Distingue le opere con "qualità sia artistiche che umane" che mettono in risalto i "valori evangelici". 

Si è aperta ieri, martedì 75 maggio, la 17a edizione del Festival di Cannes, occasione di incontro per la prima volta della giuria 2022 del Premio Ecumenico.

Provenienti da culture e paesi diversi, quest'anno da Francia, Germania, Polonia, Paesi Bassi e Romania, i sei giurati del premio che si rinnovano ogni anno, sono ciascuno "membri di una delle Chiese cristiane" e sono competenti in materia del cinema.

La giuria 2022 ha due donne francesi nei suoi ranghi, Monique Béguin e Waltraud Verlaguet, che ne è il presidente.

Waltraud Verlaguet è un medico generico di formazione e ha anche studiato teologia. Il cinema occupa un posto importante nella sua carriera da quando ha fondato il Ciné-Festival en Pays de Fayence nel 2003 ed è autrice di numerosi libri sul misticismo e sul cinema.

Monique Béguin è, dal canto suo, un membro formativo della giuria ecumenica. Dal 2017 è anche presidente di Signis-Cinéma.

La Giuria Ecumenica premia ogni anno dal 1974 un film in concorso ufficiale. Distingue "opere con qualità artistiche e umane che sondano la profondità dell'anima e la complessità del mondo", che mettono in risalto "valori evangelici", come "giustizia, dignità umana, rispetto dell'ambiente, pace, solidarietà, riconciliazione …”.

Sur il suo sito, indica di dimostrare nelle sue scelte “una grande apertura alla diversità culturale, sociale o religiosa”.

In 2021, i giurati avevano assegnato il premio al film giapponese "Drive my car" del regista Ryusuke Hamaguchi per "una meditazione poetica sul potere curativo dell'arte e della parola, attraverso un lungo viaggio di perdono e accettazione".

Camille Westphal Perrier 

Credito immagine: Shutterstock/Arthur R.

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.