Elezioni presidenziali: L'appello della Federazione protestante di Francia per il secondo turno

Con l'approssimarsi del secondo turno delle elezioni presidenziali, la Federazione protestante di Francia mette in guardia dal “discorso degli estremi” e avverte che “i suoi impegni potrebbero essere ostacolati” in caso di vittoria del Raduno Nazionale.  

In un comunicato stampa pubblicato il 17 aprile, la Federazione protestante di Francia (FPF) invita i cittadini a votare al secondo turno delle elezioni presidenziali che si terranno il 24 aprile e li contesta "sui pericoli dell'astensione" e contro il "discorso degli estremisti ".

Una settimana prima di questo secondo round, l'FPF dichiara di voler “rimanere vigile, attestare la sua fiducia nella politica e sfidare tutto ciò che metterebbe in discussione e tradirebbe il messaggio del Vangelo”.

Consapevoli che "la situazione tra le due tornate lascia ancora una volta un gran numero di persone insoddisfatte e solleva veri e propri interrogativi sulla scelta del cittadino", i protestanti ritengono tuttavia che "la sensazione di 'essere in una situazione di stallo, o in una situazione di rinuncia al di sopra della nostra responsabilità cristiana».

L'organizzazione protestante ricorda inoltre che i suoi impegni, che riguardano "il discorso a favore della libertà religiosa, le azioni per l'accoglienza degli esuli, degli stranieri, le opere con i più vulnerabili, l'advocacy sulle questioni climatiche e, più in generale, il progetto di promozione della fraternità e della lotta contro le disuguaglianze in una società che ha bisogno di unirsi", "potrebbe essere ostacolato in caso di vittoria del Raduno Nazionale".

"Torre di avvistamento della Repubblica"

Un intervento in campo politico che l'FPF giustifica con la sua missione di "cane da guardia della Repubblica", riprendendo così le parole del suo presidente, François Clavairoly. In una rubrica pubblicata su Le Monde il 16 aprile dichiarava che i protestanti «possono allertare come vedetta della Repubblica, possono essere uno sprone per coloro che saranno al potere affinché evitino un fallimento democratico, devono anche respirare parole di fraternità contro il discorso della estremi”.

L'FPF aveva già pubblicato un “discorso del protestantesimo” ai candidati prima del primo turno delle elezioni di sfidarli sui diversi temi (ecologia, uguaglianza tra donne e uomini, educazione, povertà, solidarietà, giustizia sociale, ecc.) sui quali si impegna.

Camille Westphal Perrier

Credito immagine: Shutterstock / ke Fouque

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.