Che ne dici di scrivere una lettera a un cristiano perseguitato?

Scopri la storia di due donne cristiane iraniane perseguitate, confortate da queste lettere che hanno mostrato loro il sostegno dei cristiani di tutto il mondo.

Maryam e Marziyeh sono due giovani donne iraniane che per anni hanno condotto un'operazione di contrabbando di Bibbia a Teheran. Ogni notte, quartiere dopo quartiere, infilavano le Bibbie nelle cassette delle lettere. Tornati a casa, hanno pregato per gli abitanti di questi quartieri. Ma un giorno, la polizia scopre la loro azione. Le due donne vengono mandate in prigione.

In detenzione vengono inviate loro più di 7 lettere da tutto il mondo. Ora liberi, i due iraniani ricordano il conforto portato da queste lettere. I cristiani di tutto il mondo "stanno con noi in battaglia e [facci] sapere che non siamo soli", dicono.

L'organizzazione per la difesa dei cristiani perseguitati International Christian Concern ha messo sul proprio sito una guida, in inglese, per scoprire come scrivere una lettera a un cristiano perseguitato.

"Le lettere non arrivano sempre al prigioniero", spiega l'organizzazione.

“Nel caso di Maryam e Marziyeh, non ne hanno mai letto uno. Ma indovina chi ha letto le lettere: tutte e 7? Le loro guardie! E mentre le guardie leggevano lettera dopo lettera, iniziarono a trattare Maryam e Marziyeh in modo diverso, sapendo che il mondo stava osservando tutto ciò che facevano. Le guardie divennero persino curiose dei versetti biblici scritti nelle lettere e chiesero spiegazioni a Maryam e Marziyeh. »

MC

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.