In che modo la fede può aiutarci a definire la nostra femminilità?

Madre di cinque figli, Anne Merlot esercita un ministero di insegnamento e accompagnamento nel movimento carismatico per l'unità dei cristiani. Accompagna anche le persone in cerca di restaurazione nella loro identità cristiana. Ha co-fondato un movimento a favore delle donne, il corso New Eve, ed è autrice di Five Books. Lavora con gruppi di madri single o single.

Scopri Anne Merlot su www.asonimage.net

L'identità femminile è innata o acquisita?

Dirò che è innato, ma anche acquisito. L'ambiente può aiutare a sviluppare ulteriormente un lato maschile o femminile, secondo i nostri genitori, l'educazione ricevuta, i nostri modelli nella prima infanzia. Al suo centro, l'identità femminile deriva dall'immagine di Dio, che tutti noi riflettiamo. Ma questa immagine è stata spezzata dal peccato. Quando chiediamo il perdono di Dio per i nostri peccati, Egli permette di ripristinare le cose rotte e di trovare la nostra vera identità. La nostra identità di genere femminile deve essere riconosciuta.

Cosa potrebbe ostacolare la costruzione della sua identità femminile in una giovane ragazza?

Una donna potrebbe avere difficoltà ad accettarsi se i suoi genitori volevano un maschio. Avviene qualcosa di inconscio: la ragazza svilupperà un lato maschile e rifiuterà la sua femminilità per essere accettata e amata. Il padre, infatti, è importante perché contribuisce all'identità sessuale del figlio. Una parola appropriata che potrebbe dire sarebbe: "Sei bellissima. Che bella donna diventerai! ". Questo permette alla ragazza di cogliere la sua identità femminile e di esserne orgogliosa.

A volte troviamo anche un modello femminile carente nella madre. Può essere in un “falso-femminile” che rende odiosa la femminilità, al punto che un odio per il femminile si instaura attraverso le generazioni. La ragazza può interiorizzare questa forma di misoginia e questo può ostacolare la costruzione della sua identità femminile. La femminilità è talvolta considerata anche una debolezza, perché la donna ha la particolarità di essere ciclica.

Qual è allora il vero femminile?

Diversi aspetti della vera tavola della femminilità riflettono il carattere di Dio: la ricerca della bellezza, per esempio. Come Dio, le donne amano essere ammirate. Ma questo aspetto può essere dirottato dal peccato: la donna attraente diventa seduttrice. Dio si definisce anche misericordioso. Ecco una forma di amore che ha compassione della sua progenie, delle sue creature. Anche un amore che dice la verità. A immagine di Dio, la donna ha anche un ruolo protettivo nei confronti di coloro che ama; lei è la custode della vita. Quando una donna diventa parte di una falsa femminilità, è la morte che interviene. L'aborto è un esempio.

Ciò che definisce la femminilità, dopotutto, non è solo l'apparenza?

No, ma l'aspetto è ancora importante. Quando ho capito che non sapevo cosa significasse "essere donna", ho chiesto a Dio. Mentre aprivo la mia Bibbia, mi sono imbattuto più volte: "Sei bella, amico mio". Non sopportavo quella parola perché mi sentivo così brutta! Alla fine, ho iniziato a scoprire che avevo cose belle in me, che dovevo solo pettinarmi, vestirmi in modo diverso, truccarmi un po' e questo è stato un punto di svolta. Era come l'obbedienza a Dio: "Mi hai fatto donna, voglio esserlo e anche esserne orgoglioso".
Ciò che lo rende brutto è il peccato, l'autoironia, le paure, lo stress, ecc. Segna molto sul viso, sul corpo di una donna. Ma una luminosità emerge dal volto di una donna che guarda a Dio: "Quando ci rivolgiamo a lui, siamo raggianti di gioia", dice la Bibbia. Questa gioia è ciò che ci rende belli.

In che modo la fede può aiutare?

Quando scopriamo Cristo, incontriamo noi stessi. Nello stesso tempo in cui impariamo l'amore di Dio, scopriamo la nostra identità di figlia di Dio. Scoprendo questo status regale e onorevole, siamo costretti a uscire dal nostro servilismo. Il nostro sguardo non è più rivolto a noi stessi, ai nostri mariti, ai nostri parenti. La donna che ha lo sguardo rivolto verso il suo Creatore diventa lo specchio della femminilità che è in Dio. cambia la vita! Una donna che riacquista il suo valore non si sente più trascurata, ma è felice e fa del bene intorno a lei. Ha il suo posto accanto all'uomo, posto riservato da Dio. Ma il suo primo posto è nel cuore del suo Padre celeste.

Roulette Sandrine

Questo articolo è pubblicato in collaborazione con Spiritualità, la rivista che riunisce le donne cristiane del mondo francofono.

Scopri gli altri articoli del dossier “Spiritualità e femminilità”: 

Femminilità alla luce della Bibbia

Dossier "Spiritualità e femminilità": la mia situazione attuale mi si addice? 

"Spiritualità e femminilità": Cinque donne condividono il loro punto di vista sulla femminilità, questo "percorso di apprendimento"

Testimonianza di Célia che per molto tempo ha rifiutato la sua femminilità

Articolo originariamente pubblicato nel giugno 2021.

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.