Vescovo denuncia rapimenti di sacerdoti e religiosi in Nigeria

vescovo-nigeria-persecuzione-1.jpg

“Questa situazione è allarmante e richiede un'azione urgente da parte dei governi federale e statale. »

Mons. Luka Sylvester Gopep, Vescovo ausiliare di Minna, Stato del Niger, Nigeria è stato intervistato dalAgenzia Fides sulla situazione della sicurezza nel suo paese.

Il vescovo esordisce deplorando i rapimenti di sacerdoti e religiosi, “che hanno reso precaria la situazione in Nigeria”.

“Questa situazione è allarmante e richiede un'azione urgente da parte dei governi federale e statale. »

Spiega che gli attacchi compiuti da ISWAP/Boko Haram “fanno parte del loro programma per imporre l'Islam e la Sharia a tutte le comunità in Nigeria”. Servono “ad allontanare i cristiani dalla Chiesa ea costringerli ad abbandonare la pratica della loro fede”.

Indicando anche i gruppi di banditi che imperversano nel nord del Paese, per fini finanziari.

Il vescovo Gopep viene poi interrogato sui recenti attacchi alle istituzioni federali, comprese le carceri. “Ogni giorno che passa, la situazione della sicurezza in Nigeria continua a deteriorarsi e le attività criminali continuano ad aumentare a un ritmo allarmante”, risponde. Precisa che se “la responsabilità di questa situazione è dei politici e dei capi delle forze di sicurezza”, non si pronuncia e chiede protezione al governo.

“Non sappiamo se hanno ragione o torto e non sosteniamo accuse contro individui o gruppi senza prove e indagini adeguate. Chiediamo solo ai governi federale e statale di fare di più per proteggere la nostra gente. »

MC


Articoli recenti >

Incinta, viene picchiata dalla polizia in Pakistan: “I miei aggressori mi hanno accusato di essere cristiana”

icona dell'orologio delineata in grigio

Notizie recenti >