Riepilogo delle novità del 12 settembre 2022

12_09_2022.jpg

Scopri un riassunto di 5 notizie pubblicate sul sito web di InfoChrétienne questo lunedì 12 settembre, un buon modo per avere una visione globale di ciò che sta accadendo nel mondo, soprattutto nella sfera cristiana. 

Nel suo primo discorso alla nazione, Carlo III evoca la sua fede cristiana “profondamente radicata”.

Venerdì 9 settembre, il giorno dopo la morte di sua madre, la regina Elisabetta II, il re Carlo III si è rivolto alla nazione in un discorso trasmesso in diretta. Il nuovo monarca, che divenne così il capo della Chiesa d'Inghilterra, parlò in particolare della sua fede cristiana.

“Ero cristiana della domenica”: sopravvissuta all'11 settembre, capisce di aver vissuto la sua vita senza Dio

L'11 settembre 2001, quasi 3000 persone sono morte nei quattro attacchi suicidi islamisti che hanno colpito gli Stati Uniti. Christina Stanton e suo marito Stanton sono sopravvissuti all'attentato alle Torri Gemelle. Testimonia come Dio abbia usato questo dramma per approfondire la fede della sopravvissuta e il suo rapporto con Cristo.

ONU: Cinquanta milioni di persone in schiavitù moderna nel mondo

La schiavitù moderna è progredita in tutto il mondo negli ultimi anni, spinta in particolare dalla pandemia, con quasi 50 milioni di persone costrette a lavorare o sposarsi l'anno scorso, ha affermato lunedì l'ONU. In tutto il mondo, quasi una persona su 150 è considerata una schiava moderna.

Minacce di un "nuovo evento di sterminio di massa" in Nigeria

La Commissione statunitense per la libertà religiosa internazionale (USCIRF) ha pubblicato la scorsa settimana un rapporto sullo stato della libertà religiosa in Nigeria. Rivela, tra l'altro, che a causa della crescente insicurezza “molti nigeriani sono quotidianamente minacciati di violenza”. Violenza che ha “significative implicazioni per la libertà di religione o di credo dei nigeriani”.

In carcere, “Gesù agisce con potere”: 51 detenuti sono stati battezzati la scorsa settimana negli Stati Uniti

God Behind Bars, un servizio di cappellano carcerario negli Stati Uniti, riferisce che 51 detenuti hanno recentemente accettato Gesù come loro salvatore. "Il Vangelo si sta diffondendo come mai dietro le sbarre", dice l'organizzazione, che specifica che dall'inizio dell'anno sono state battezzate 450 persone.

editoriale 


Articoli recenti >

Mozambico: 11 cristiani massacrati a causa della loro fede

icona dell'orologio delineata in grigio

Notizie recenti >