RDC: almeno 10 morti, tra cui un pastore, e 20 dispersi in un attentato

Shutterstock_1705582912.jpg

Dieci persone sono morte, tra cui un pastore della Chiesa anglicana, e 20 persone sono disperse dopo un attacco attribuito ai ribelli dell'ADF (Allied Democratic Forces).

Un attacco attribuito ai ribelli dell'ADF ha provocato almeno dieci civili morti e circa XNUMX dispersi martedì sera nella provincia del Nord Kivu, nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, hanno riferito fonti locali mercoledì.

L'incursione dei sospetti ribelli delle ADF (Allied Democratic Forces) è avvenuta nel centro del villaggio di Vido, nel territorio di Beni, ha raccontato all'Afp Patrick Musubao, presidente della società civile locale. Ha "causato 10 morti, tra cui un pastore della Chiesa anglicana e più di 20 persone sono disperse", ha aggiunto.

Il Sig. Musubao ha stimato che i soldati degli eserciti congolese e ugandese presenti nell'area fossero arrivati ​​“tardi” sul posto.

Didi Isaya, funzionario delegato del governatore del Nord Kivu nella località di Kainama, dove si trova Vido, ha anche accusato le ADF di essere responsabili del massacro e dell'incendio di 25 case.

Secondo questo funzionario amministrativo, "sono stati trovati 11 corpi di civili, inclusi otto uomini", la maggior parte dei quali uccisi da "armi a lama".

Il gruppo ADF è presentato dall'organizzazione dello Stato Islamico (IS) come sua filiale in Africa centrale. È accusato di massacri di migliaia di civili nell'est della RDC e di attacchi jihadisti in Uganda.

La località di Kainama, considerata area di azione delle ADF, si trova a circa 80 km a nord di Beni, al confine con la provincia di Ituri.

Dopo alcune settimane di calma, gli attacchi sembrano riprendere nel territorio di Beni, dove gli eserciti congolese e ugandese stanno svolgendo operazioni congiunte contro le ADF.

Lunedì almeno 13 persone, tra cui tre soldati, sono state uccise in un altro attacco attribuito a questi ribelli.

All'inizio di settembre, i due eserciti hanno annunciato di aver pianificato la 4a fase delle loro operazioni, dopo un incontro tenutosi a Fort Portal in Uganda a fine agosto.

Il portavoce congolese di queste operazioni congiunte non è stato immediatamente raggiunto dall'AFP.

La RDC orientale è stata destabilizzata per quasi tre decenni dalla presenza di più di cento gruppi armati locali e stranieri, compreso il gruppo ADF. Le province del Nord Kivu e dell'Ituri sono sotto assedio da maggio 2021. Finora questa misura eccezionale non è riuscita a fermare le violenze.

La Redazione (con AFP)


Articoli recenti >

Sintesi delle notizie dal 2 giugno 2023

icona dell'orologio delineata in grigio

Notizie recenti >