L'editoriale di Camille: God Save The Queen

LEdito-de-Camille-God-Save-The-Queen.jpg

La monarca più famosa del pianeta, Elisabetta II, è morta giovedì 8 settembre all'età di 96 anni. Con lei, parte della storia scompare. Ad esempio, avrà conosciuto tutti i presidenti della XNUMXa e XNUMXa Repubblica francese e ben otto papi!

Ho letto molti articoli in questi giorni a lui dedicati, oltre a molte pubblicazioni sui social network. La maggior parte di loro erano omaggi, ma alcuni si chiedevano se non fossimo un po' troppo eurocentrici nella nostra visione del mondo. Immagino che probabilmente sia così, ma in fondo non è corretto che gli esseri umani si concentrino su ciò che gli è vicino?

Quello che ho letto di più sulla vita di Elisabetta II è stato il suo senso di responsabilità, la sua volontà di dedicare la sua vita al trono e al popolo britannico. Ho persino sentito un pastore parlare con ammirazione di “questo senso del dovere” attribuito alla defunta regina.

Sapevate, ad esempio, che durante la seconda guerra mondiale si unì alla ausiliari dell'esercito femminile diventare meccanico, non esitare a (letteralmente) sporcarsi le mani? Nello stesso periodo ha anche guidato un'ambulanza per le strade della capitale inglese.

Un altro esempio più recente del suo senso del dovere è una foto pubblicato lo scorso anno. Vediamo la regina partecipare da sola al funerale del marito, il principe Philipp, per rispettare le restrizioni sanitarie imposte dalla pandemia. Mentre alcuni membri del governo partecipavano alle feste, ignorando le regole da loro stesse fissate, la regina rendeva un tributo mascherato e unito all'uomo che condivideva la sua vita.

Quella che però non era destinata al trono, fu per molti inglesi, durante tutto il suo regno, un punto di riferimento, in un mondo in perenne evoluzione.

Il secondo punto che è emerso più volte è stata la fede cristiana di Elisabetta. La maggior parte delle pubblicazioni cristiane (a cominciare da InfoChrétienne) hanno parlato di questo ancoraggio spirituale. Come monarca, Elisabetta era a capo della Chiesa d'Inghilterra, ma ciò che è stato messo in evidenza dalla stampa confessionale, al di là di quel titolo, è il suo credo personale espresso in più occasioni.

Dal suo primo messaggio Natale già nel 1952, pochi mesi prima della sua incoronazione, la futura regina aveva incoraggiato coloro che l'ascoltavano a pregare per lei:

“Voglio chiedere a tutti voi, indipendentemente dalla vostra religione, di pregare per me in questo giorno – di pregare affinché Dio mi dia saggezza e forza per adempiere le promesse solenni che farò e per poterlo servire fedelmente , così come te, tutti i giorni della mia vita. »

Eccone altri citazioni scelto: 

“Cristo non solo ci ha rivelato la verità nei suoi insegnamenti. Ha vissuto ciò in cui credeva e ci ha dato la forza per provare a fare lo stesso – e alla fine, sulla croce, ha dato il supremo esempio di coraggio fisico e morale. " (novecentottantuno)

“So quanto mi affido alla mia fede per guidarmi nei momenti belli e brutti. Ogni giorno è un nuovo inizio. So che l'unico modo per vivere la mia vita è cercare di fare ciò che è giusto, vedere il lungo termine, dare il meglio di me in qualunque cosa la giornata mi porti addosso e riporre la mia fiducia in Dio! (2002)

“Per me la vita di Gesù Cristo, il Principe della Pace, di cui oggi celebriamo la nascita, è un'ispirazione e un'ancora nella mia vita. Modello di riconciliazione e di perdono, ha teso le mani nell'amore, nell'accoglienza e nella guarigione. L'esempio di Cristo mi ha insegnato a cercare di rispettare e valorizzare tutte le persone, indipendentemente dalla loro fede. " (2014)

Sui social network leggo che diversi internauti mettono in dubbio la sincerità della sua fede.

Dal momento che non spetta a noi giudicare il suo cuore, forse atteniamoci a ciò che ha detto. Perché qualunque cosa proviamo riguardo alla monarchia o alla regina d'Inghilterra, penso che queste citazioni e il suo senso del dovere abbiano qualcosa da ispirarci!

Camille Westphal Perrier

L'editoriale di Camille cambia formato. In precedenza era una notizia quotidiana con un angolo spirituale. Scopri ora due nuovi format: “Les Actus du jour” (una sintesi degli articoli pubblicati ogni giorno sul sito InfoChrétienne) e l'editoriale di Camille che diventa un settimanale di opinione su argomenti sostanziali. 


Nella sezione Editoriale >



Notizie recenti >