Il papa invita a pregare per Benedetto XVI, "gravemente malato"

Il-papa-chiama-a-pregare-per-Benedetto-XVI-malato-gravemente.png

Papa Francesco ha annunciato mercoledì che il suo predecessore Benedetto XVI, 95 anni, era "gravemente malato" e pregava per colui le cui dimissioni nel 2013 per motivi di salute hanno colto di sorpresa il mondo.

Davanti ai fedeli riuniti come ogni mercoledì in Vaticano, Papa Francesco ha chiesto una "preghiera speciale" per il suo predecessore. “Per mantenere viva la sua memoria, perché è gravemente malato, per chiedere al Signore di consolarlo e sostenerlo”, ha detto.

Al termine della mattinata, la Santa Sede ha confermato il “peggioramento delle ultime ore” dello stato di salute del teologo tedesco a causa della sua “età avanzata”, precisando che quest'ultimo è rimasto sotto controllo medico permanente.

"Al termine dell'udienza generale, Papa Francesco si è recato al monastero Mater Ecclesiae per visitare Benedetto XVI", ha detto in un comunicato Matteo Bruni, direttore del servizio stampa vaticano.

Il papa emerito tedesco Joseph Ratzinger si è dimesso dall'incarico nel 2013 a causa di problemi di salute e da allora vive in un monastero nel cuore dei Giardini Vaticani.

Dopo otto anni di pontificato segnato da molteplici crisi, questo geniale teologo è stato travolto all'inizio del 2022 dal dramma della pedocriminalità nella Chiesa.

Interrogato da un rapporto in Germania sulla sua gestione della violenza sessuale quando era arcivescovo di Monaco, ha rotto il silenzio per chiedere “perdono” ma ha assicurato di non aver mai coperto un bambino criminale.

La sua rinuncia, annunciata in latino l'11 febbraio 2013, è stata una decisione personale legata al suo declino delle forze e non alla pressione degli scandali, aveva assicurato l'ex papa, a disagio con la folla, in un libro dei segreti pubblicato nel 2016.

Con questo gesto, senza precedenti in 700 anni, il primo papa tedesco della storia moderna ha aperto la strada ai suoi successori la cui forza sarebbe venuta a declinare. François, 86 anni e affetto da dolori al ginocchio, ha lasciato lui stesso “aperta” questa possibilità.

Ritiro discreto

Parlando con difficoltà, Benedetto XVI è apparso negli ultimi mesi sempre più fragile, spostandosi su una sedia a rotelle. Ma ha comunque continuato a ricevere visite nelle ultime settimane, alcune foto sui social mostrano un uomo fragile e visibilmente indebolito.

Nato nel 1927, Joseph Ratzinger ha insegnato teologia per 25 anni in Germania prima di essere nominato arcivescovo di Monaco.

Divenne poi lo stretto custode del dogma della Chiesa per un altro quarto di secolo a Roma alla guida della congregazione per la dottrina della fede, l'ex Sant'Uffizio, poi papa per otto anni (2005-2013), succedendo Giovanni Paolo II.

Come capo della Chiesa cattolica, ha difeso una linea conservatrice, in particolare sull'aborto, l'omosessualità o l'eutanasia.

Le sue affermazioni hanno talvolta creato equivoci, come sull'islam, sull'uso del preservativo contro l'Hiv o sulla scomunica di quattro vescovi fondamentalisti nel 2009.

Il suo pontificato è stato segnato nel 2012 anche dalla fuga di documenti riservati (“Vatileaks”) orchestrata dal suo maggiordomo personale. Lo scandalo aveva smascherato una Curia romana (governo vaticano) afflitta da intrighi e priva di rigore finanziario.

L'ultimo video di Benedetto XVI, diffuso dal Vaticano ad agosto in occasione della tradizionale visita dei nuovi cardinali, mostra un uomo indebolito ed emaciato, dotato di protesi acustica, non più in grado di parlare ma con gli occhi ancora lucidi.

La Redazione (con AFP)

Credito immagine: Shutterstock/Frippitaun

Nella sezione Internazionale >



Notizie recenti >