Dobbiamo smettere di ricevere informazioni per essere felici? [OPINIONE]

shutterstock_1204164946.jpg

Mai il nostro cervello è stato sottoposto a così tanti stimoli e informazioni come lo è oggi. È un po' il male del secolo. Al punto da finire letteralmente paralizzata, incapace di fare una scelta tra questa massa. In altre parole, mentre trascorriamo in media 1 ora e mezza al giorno immersi nel monitoraggio delle notizie – spesso online – troppe informazioni finiscono per bloccare il corretto funzionamento del nostro cervello. Questo si chiama paralisi analitica. Una preoccupazione causata dall'inondazione di informazioni, che alcuni hanno scelto di chiamare "infobesità". Portare costantemente informazioni aggiuntive al tuo cervello significa che finisce per non essere più in grado di produrre un'analisi pertinente.

Un sovraccarico di informazioni può avere effetti negativi sulla nostra mente. Questa paralisi dell'analisi può persino influenzare la nostra felicità, afferma lo psicologo Barry Schwartz nel suo lavoro. Rolf Dobelli, romanziere e uomo d'affari svizzero, sostiene una soluzione estrema a questo "infobesità" : astinenza mediatica. L'autore di un saggio intitolato Smetti di leggere le notizie si rese infatti conto che stava cominciando a diventare a "fanatico di notizie", un "fanatico di notizie". Decise quindi una dozzina di anni fa di interromperlo per evitare gli effetti collaterali. A cominciare dall'ansia: secondo lui, “Le persone che consumano le notizie sono molto più ansiose delle persone che non le consumano e vanno direttamente alle principali fonti di informazione. » Così, “La copertura della crisi del Covid ha dato l'impressione che abbia generato molti più morti che in realtà. Pensavamo fosse la cosa peggiore che fosse mai accaduta alla nostra civiltà. Questo non è il caso. »

Per Rolf Dobelli, "Le notizie sono per il cervello ciò che lo zucchero è per il corpo"  : “Mangiare zucchero provoca una sensazione piacevole. Piace a tutti. (…) Consumare molto zucchero, zuccheri aggiunti, ha molti effetti dannosi per l'organismo. Bene, è lo stesso con le notizie. In un primo momento, la notizia è molto interessante. Puoi ingoiare quantità infinite di questi dolci colorati e il tuo cervello ne desidererà di più. Ma non ti fa bene perché non capisci le cose meglio. » L'autore si è quindi posto due domande prima di decidere: comprendo meglio il mondo dopo tutto questo tempo passato a sviscerare le notizie? La risposta era... non proprio. Seconda domanda: questo almeno mi permette di prendere decisioni migliori nella mia vita, per la mia famiglia, per il mio lavoro? Ancora una volta, la risposta è stata negativa.

Quindi dovremmo smettere di seguire le notizie per essere felici? Forse. Dopotutto, lo stress cronico che può insorgere quando seguiamo troppo le notizie può avere conseguenze sia sulla nostra mente che sul nostro corpo. Chi non ha deciso, durante la recente crisi del Covid, di chiudere i portelli, tagliare radio e televisione – come minimo – per concentrarsi sull'unica realtà tangibile: i propri cari? Certo, possiamo incolpare il fatto di isolarci dalle notizie che poi finiamo per vivere in una bolla. Ma per Rolf Dobelli, autore anche nel 2010 di un libro inarrestabile, L'arte di pensare, elenco “52 errori di giudizio che è meglio lasciare agli altri”, “sei in una bolla tanto quando consumi notizie quanto quando smetti di farlo, in pratica. Se leggi una fonte, una buona fonte con articoli lunghi, un settimanale o un mensile in formato cartaceo, va bene. Ma non di più. Non hai bisogno di altro. »

Questa è la ragion d'essere de La Sélection du Jour., l'idea alla base della sua creazione alcuni anni fa: di fronte a un'ondata di informazioni, come ordinare, discernere e conservare solo quelle che contano davvero? Un'informazione, e solo una, al giorno è più che sufficiente. Inoltre, con il minor numero di ore trascorse ogni giorno immerso nelle notizie, non solo ridurrai il livello di stress quotidiano, ma recupererai anche tempo... per vivere.

Judikael Hirel

Fonte : Rivista GQ

Questo articolo è pubblicato da Selezione del giorno.


Articoli recenti >

22 febbraio 2024 Riepilogo notizie

icona dell'orologio delineata in grigio

Notizie recenti >