Accusato di blasfemia, questo cristiano è in detenzione da 4 mesi

Senza titolo-26.png

Arrestato dopo aver postato su WhatsApp un messaggio ritenuto blasfemo dalla comunità musulmana, Rhoda Ya'u Jatau è in attesa di processo.

Rhoda Ya'u Jatau vive nello stato di Sokoto in Nigeria. Il 12 maggio ha condiviso un messaggio su WhatsApp in cui condannava l'omicidio di Deborah Yakubu. Questa Studente cristiano era stato lapidato dopo aver denunciato le discriminazioni subite dagli studenti cristiani nella sua scuola.

Rhoda fu presto accusata di blasfemia dai musulmani secondo Notizie sulla stella del mattino che chiarisce che poi hanno preso d'assalto la sua casa per ucciderla. Era il 20 maggio. La polizia è arrivata e ha arrestato Rhoda.

Secondo il suo avvocato, Joshua Nasara, da allora Rhoda è stata "tenuta in prigione con false accuse di blasfemia". È accusata di "incitamento a turbare l'ordine pubblico, a suscitare disprezzo per il credo religioso e molestie informatiche". Contro di lei si è tenuto “l'intento di provocare una crisi religiosa”.

Il pastore Ishaku Dano confuta questa accusa di blasfemia.

"Le informazioni che abbiamo ottenuto dalla signora Jatau mostrano che il messaggio WhatsApp che ha ricevuto e condiviso nel suo gruppo era un avvertimento contro la violenza e contro l'uso di un linguaggio dispregiativo quando si rivolgeva alla fede. altri, ma non era l'interpretazione dei musulmani. E dall'incidente del maggio 2022, ci sono state campagne di musulmani per l'uccisione della signora Jatau per blasfemia contro Maometto. »

MC

Credito immagine: Notizie sulla stella del mattino

Articoli recenti >

Incinta, viene picchiata dalla polizia in Pakistan: “I miei aggressori mi hanno accusato di essere cristiana”

icona dell'orologio delineata in grigio

Notizie recenti >