Con l'avvicinarsi del Natale (ri)scopri i vari significati dei nomi di Gesù

Che sia per tradizione o per credenza, sappiamo tutti che a Natale si celebra la nascita di Gesù. Ma abbiamo mai riflettuto sul significato dei nomi di Gesù?

Alla nascita di un bambino gli diamo uno, due o anche tre nomi che abbiamo scelto per vari motivi. Alcuni teologi hanno contato quelli di Gesù: più di 700! Ognuno ha un significato e ci aiuta a scoprire un lato di Dio. Facciamo alcuni esempi.

Gesù

Gesù è semplicemente una variazione del nome Giosuè, quel leader potente e coraggioso nella storia del popolo d'Israele. Gesù è il nostro Giosuè. Egli è il nostro protettore, ma è anche il nostro Salvatore, come disse l'angelo a Giuseppe: “Ella partorirà un figlio e tu lo chiamerai Gesù; è lui che salverà il suo popolo dai suoi peccati ”(Matteo 1:21).

Un segno

Per secoli, le profezie hanno annunciato la venuta di Gesù e che alcuni avrebbero creduto in lui e lo avrebbero seguito, mentre altri lo avrebbero rifiutato. Lo stesso Simeone lo predisse mentre teneva in braccio il bambino Gesù:

«Ecco, questo bambino è destinato a diventare un segno di contraddizione» (Lc 2). Poco prima della sua crocifissione, Gesù risponderà a Pilato: “Sono nato e sono venuto nel mondo per rendere testimonianza alla verità. Pilato sceglie di rifiutare la verità, e oggi tutti hanno ancora la scelta se credere o meno in Gesù, il "Segno".

Principe della vita

Quando l'apostolo Pietro si rivolge alla folla, esclama: “Voi avete ucciso il Principe della vita, che Dio ha risuscitato dai morti; siamo testimoni” (At 3, 15). Principe della vita: ecco un titolo notevole! È da contrapporre a quello di Barabba, l'assassino che fu liberato al posto di Gesù. Uno dà la vita mentre l'altro la toglie. Gesù ha detto: "Io sono venuto perché le mie pecore abbiano vita e vita in abbondanza" (Gv 10,10). "Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio non ha la vita" (5 Gv 42).

La nostra pace

Gli angeli hanno cantato "Pace in terra", ma il nostro mondo è in subbuglio. Viviamo ogni momento di prova, delusione e sofferenza di ogni tipo. Eppure sappiamo che «Cristo è la nostra pace» (Ef 2) e in esso troviamo grande conforto. Ricordiamo ciò che Gesù disse ai discepoli prima della sua crocifissione: “Vi lascio in pace, vi do la mia pace. Perciò non vi turbate e non abbiate timore nel vostro cuore» (Gv 14).

Non esitiamo a prenderci qualche minuto per meditare su altri nomi di Gesù:

Il buon pastore (Gv 10); io sono (Gv 11); Gesù di Nazaret (At 8); Il Giusto (At 58, 22); Il Liberatore (Rm 8); L'amato di Dio (Matteo 7:52); Il Capo della fede (Eb 11); Emanuele (Mt 26, 12); Figlio dell'Altissimo (Lc 18, 12).

Trova altri articoli su Spiritualità, la rivista che riunisce le donne cristiane del mondo francofono.

Articolo originariamente pubblicato a dicembre 2021.

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.