Washington aggiunge Cuba, Nicaragua e Wagner alla lista nera delle violazioni della libertà religiosa

Gli Stati Uniti hanno aggiunto Cuba, il Nicaragua e il gruppo mercenario russo Wagner alla loro lista nera di paesi "particolarmente preoccupanti" in termini di libertà religiosa, ha annunciato venerdì il capo della diplomazia americana Antony Blinken in un comunicato stampa.

I due Paesi entrano in questa lista “per aver commesso o tollerato violazioni particolarmente gravi della libertà di religione”, precisa il comunicato del Segretario di Stato. Già sotto sanzioni degli Stati Uniti, Cuba e Nicaragua potrebbero affrontare nuove misure in assenza di miglioramenti, secondo Washington.

Le violazioni della libertà religiosa “seminano divisioni, minano la sicurezza economica e minacciano la stabilità politica e la pace”, afferma Antony Blinken.

Il Segretario di Stato ha mantenuto in questa lista tutti gli Stati che vi erano già presenti nel 2021: Cina, Eritrea, Iran, Birmania, Corea del Nord, Pakistan, Russia, Arabia Saudita, Tagikistan e Turkmenistan.

Il presidente nicaraguense Daniel Ortega, accusato dai suoi oppositori di autoritarismo e nepotismo, reprime la Chiesa cattolica da quando l'ha accusata di sostenere le proteste del 2018 contro il suo regime, allora represse nel sangue.

L'aggiunta di Cuba rappresenta l'ultima mossa di Washington per fare pressione sul regime socialista. Joe Biden ha ampiamente respinto la politica di apertura nei confronti di questo avversario di lunga data che l'ex presidente democratico Barack Obama aveva perseguito.

Nel suo ultimo rapporto annuale sulla libertà religiosa, il Dipartimento di Stato ha affermato che vi sono crescenti vessazioni nei confronti dei cristiani a Cuba, indicando arresti e violenze contro figure religiose per il loro presunto ruolo nelle proteste storiche del 2021.

Il gruppo di mercenari russi Wagner entra a far parte della lista nera delle “entità particolarmente preoccupanti”, che comprende già i talebani, gli Shebab della Somalia o addirittura Boko Haram.

Per anni Wagner è stato sospettato di svolgere un ruolo nel promuovere le ambizioni del Cremlino, anche in Ucraina, dove i combattenti del gruppo paramilitare erano in prima linea durante l'offensiva lanciata a febbraio.

Secondo Antony Blinken, il gruppo mercenario si è aggiunto "sulla base delle sue azioni nella Repubblica Centrafricana", dove quasi un decennio di combattimenti ha acuito le tensioni tra cristiani e musulmani.

Grazie al vuoto creato dalla partenza delle più grandi truppe francesi dal 2016, Mosca ha inviato in questo Paese tra i più poveri al mondo “istruttori militari” nel 2018, poi centinaia di paramilitari nel 2020 su richiesta di Bangui, affrontando una minacciosa ribellione .

La Francia accusa regolarmente questi paramilitari di aver commesso abusi contro i civili e di aver instaurato un regime di "predazione" delle risorse della Repubblica Centrafricana.

La Redazione (con AFP)

Credito immagine: Shutterstock / Anna ART / Cuba

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.