"È come se il cuore della cristianità battesse di nuovo": "Gioia indescrivibile" per i cristiani di Mosul

Come quella trafugata dallo Stato Islamico, la campana della chiesa di Mar Tomas è stata fusa nello stesso villaggio cristiano in Libano.

In Iraq, la chiesa di Mar Thomas è stata distrutta durante l'occupazione di Mosul da parte dello Stato Islamico. La sua campana era stata rubata da militanti islamisti. Sabato, "dopo sette anni di silenzio", come ha spiegato il padre Pio Affas, che era stato il ultimo sacerdote a lasciare Mosul sotto l'occupazione islamista suonò di nuovo per la prima volta.

L'organizzazione Fraternità in Iraq, che finanzia il restauro della chiesa, ha condiviso questo momento di gioia su Twitter. lei dice così, "Questa nuova campana è per tutti un simbolo di resurrezione".

Perché, come ricorda Pios Affas, «i cristiani sono stati assenti per sette anni».

“E' molto bello sentire la campana suonare al ritmo del muezzin”, prosegue, “è la preghiera dei fedeli che ascende al Signore, per chiedere la sua protezione, pace per questa città e per quella buona. tra gli abitanti”.

Nidaa Abdel Ahad è un insegnante e un devoto di questa chiesa di Mar Thomas. Essa testimonia una “gioia indescrivibile”.

“La mia gioia è indescrivibile. È come se il cuore della cristianità battesse di nuovo. "

Sotto l'occupazione dello Stato Islamico, la Chiesa di Mar Tomas aveva servito tribunale, centro di formazione e carcere.

Come quella rubata dallo Stato Islamico, questa campana è stata fusa in Libano, nel villaggio cristiano di Beit Chabab.

MC

© Info Chrétienne - Breve riproduzione parziale autorizzata seguita da un link "Leggi di più" a questa pagina.

SUPPORTA INFO CRISTIANI

Info Chrétienne essendo un servizio stampa online riconosciuto dal Ministero della Cultura, la tua donazione è fiscalmente deducibile fino al 66%.